Your address will show here +12 34 56 78

Press

Ristorante Opera Torino, recensione: il “nuovo” fine dining sostenibile di Stefano Sforza

 

Tra i posti più chiacchierati di Torino negli ultimi mesi c’è quello di chef Stefano Sforza, il Ristorante Opera, aperto nell’estate 2019 e già citato dalle guide che contano (a parte una, la Michelin, alla quale palesemente ambisce), velleitario fin dall’insegna: “Opera, ingegno e creatività”.

“CheFilm si cena al cinema”: 10 film, 10 chef e 10 piatti per la prima cena al Cinema a Torino

 

I piatti saranno serviti direttamente all’interno della sala cinematografica, dove il pubblico comodamente seduto potrà gustare le ricette più famose dei film guardando la sequenza che le ha rese famose.

Al ristorante Opera il menu etico di Stefano Sforza

 

Il WWF chiama e lo chef risponde. Stiamo parlando di Stefano Sforza, chef del ristorante Opera – Ingegno e creatività, che aderendo all’appello sintetizzato dall’hashtag #iocambiomenu ha dato il via a una rivoluzione etica dei piatti presenti nella sua carta.

 

 

L’Opera di Torino cambia menu: mai più foie gras e anguilla, Ma perché?

 

All’Opera, Ingegno e Creatività di Torino, lo chef Stefano Sforza ha raccolto la sfida lanciata dal WWF sulla sostenibilità delle specie d’allevamento, diventata virale sui social con l’hashtag #iocambiomenu.

Al ristorante Opera di Torino arriva il primo menù etico

 

Stefano Sforza, chef del ristorante Opera di Torino, aperto meno di un anno fa dall’imprenditore Antonio Cometto, aderisce alla campagna Wwf (hashtag #iocambiomenu) e rimuove i piatti con l’anguilla e la rana pescatrice.

Via l’anguilla e il foie gras. La svolta di Stefano Sforza

 

Lo chef del ristorante Opera di Torino ha raccolto l’appello lanciato dal Wwf e ha bandito dalla sua carta gli animali a rischio estinzione e gli ingredienti più a rischio per la loro salute.

Chef Sforza opta per ‘menu etico’

 

Stefano Sforza, chef del ristorante Opera di Torino, aperto meno di un anno fa dall’imprenditore Antonio Cometto, aderisce alla campagna Wwf (hashtag #iocambiomenu) e rimuove i piatti con l’anguilla e la rana pescatrice.

La svolta etica di Stefano Sforza

 

Come si traduce un monito in un’azione concreta? Spesso ci chiediamo cosa possiamo fare nella nostra vita quotidiana per il pianeta.

Torino, svolta etica per chef Stefano Sforza: toglie foie gras, rana pescatrice e anguilla dal menu

 

Il WWF lancia l’appello #iocambiomenu e lo chef torinese Stefano Sforza risponde, eliminando dalla carta ingredienti a lui cari: foie gras, anguilla e rana pescatrice.

Via dal menu l’anguilla e il foie gras: la svolta «etica» dello chef Sforza

 

Lo chef del ristorante torinese «Opera, Ingegno e Creatività» sceglie un consumo più consapevole e va alla ricerca di materie prime nuove e altrettanto piacevoli

Stop all’anguilla e al foie gras: la svolta “etica” di Stefano Sforza

 

Via dal menu ogni traccia di anguilla e di rana pescatrice. È la scelta di Stefano Sforza, che executive di Opera, Ingegno e Creatività, il ristorante aperto poco meno di un anno fa dall’imprenditore Antonio Cometto…

Fermentazione degli alimenti nella cucina creativa degli chef

 

La fermentazione è uno dei metodi più antichi di conservazione e trasformazione degli alimenti. Chef come Renè Redzepi hanno sviluppato laboratori sperimentali dove elaborare le ricette da proporre nel menu.

Retrogusto

 

Anche nel 2020 abbiamo posto a 70 giornalisti ed esperti sei domane: 1) quale sarà il ristorante dell’anno; 2) lo chef rivelazione; 3) la mèta gastronomica; 4) l’ingrediente; 5) il vino; 6) la parola.

Opera Omnia

 

La concreta creatività della tecnica, la ricerca delle materie prime e della massima espressione del territorio: la nuova strada di Stefano Sforza a Torino

I giovani nella ristorazione? Ci sono e hanno voglia di creare

 

Ogni anno, in qualche momento più o meno specifico, riecheggia un ritornello che ci ha stufato un po’: i giovani non hanno spirito di iniziativa, non fanno impresa. Il più delle volte è un commento impressionistico che non tiene conto di dati effettivi.

Stefano Sforza fa della cucina un’Opera

 

Stefano Sforza cucina, sì, o meglio articola con semplicità ogni piatto, con un’operatività che dà spettacolo a Torino, già dalla vetrina che si affaccia su via Sant’Antonio.

Opera: il segreto gastronomico meglio custodito di Torino

 

L’apertura in primavera e l’immediata conferma di apprezzamento da parte di pubblico e critica che l’executive chef Stefano Sforza si porta dietro da Les Petites Madeleines del Turin Palace Hotel.

Gastro-Oroscopo 2020. Di che segno sei? Ecco dove e cosa mangiare

 

Che ci crediate o no, l’oroscopo è uno dei temi più gettonati… Soprattutto a tavola. Cosa riservano le stelle per il prossimo anno? Ecco, segno per segno, le previsioni astrologiche per il 2020, tra morsi e consigli gourmet.

Cenone di Capodanno 2020 a Torino: 10 menù da non perdere e per tutte le tasche

 

La fine del 2019 si avvicina ed è tempo di pensare a dove trascorrere la notte di San Silvestro a partire dal’importante appuntamento con il cenone di Capodanno.

Guida ai ristoranti d’autore in Italia e nel mondo

 

Ci sono giovani promesse che diventano vecchie mantenute, invece Sfetano Sforza è di quelli cui i complimenti fan solo venir voglia di lavorare più duro, di studiare di più, di sgobbare assai.

L’Opera dello Chef Stefano Sforza

 

Opera è una parola che rimanda al lavoro manuale, al “fare” tipicamente artigiano e allo stesso tempo all’idea di arte, sia essa un dipinto o una scultura.

Opera

 

Siamo in Via Sant’Antonio da Padova, al civico 3, accanto all’omonimo Santuario che dà il nome alla via, nei locali che furono utilizzati come foresteria del santuario. Opera è un inno all’operatività.

Opera

 

Certi cuochi parlano sottovoce, magari nel segreto della cucina, non nel traffico dell’ora di punta, ma parlano con garbo, non pensano di essere i migliori cuochi del mondo, o della città, e se lo pensano non lo dicono a tutti.

Ristorante Opera, a Torino l’ingegnoso equilibrio di Stefano Sforza

 

L’alta cucina a Torino può contare su un nuovo indirizzo che propone una filosofia chiara. Quello dello chef Stefano Sforza che al Ristorante Opera si concentra sull’esaltazione del prodotto per sottrazione e senza mai eccedere negli ingredienti.

Opera: ingegno e creatività a Torino con Stefano Sforza

 

È a due passi da Porta Susa questo ristorante torinese di recentissima apertura. Pochi mesi ma già meritevole di un cappello sulla nostra guida: di fatto la mano di Stefano Sforza, cuoco poco più che trentenne, cresciuto a fianco di maestri come Pier Bussetti e Alain Ducasse, è una di quelle che convincono.

Torta al cioccolato sorbetto al lampone.

Creativo, ispirato, artigiano. Lo chef Stefano Sforza, dopo avere collezionato esperienze in alcune delle cucine più rinomate d’Italia, sposa il progetto della famiglia Cometto.

A casa come al ristorante. Fantasia di spezie.

Il leitmotiv di questo menu è la nota esotica di curcuma, cumino e cardamomo che rendono quei piatti speciali e unici.

I prodotti di Novembre. Castagne e cachi.

L’autunno avanza inesorabile (era ora) e il freddo invita a piatti più robusti. Via libera a zuppe, timballi e altre golosità che usano i prodotti di stagione..

Provati & Gustati

A soli 5 mesi dall’apertura, il ristorante Opera Ingegno e Creatività di Torino, fa già parlare di sè. Ma chi guida quest’Opera?

GAMBERO ROSSO. La guida cartacea 2020

Una via cortissima, così vicina al centro e così defilata. Due sale su altrettanti piani, il calore del mattone e molto buon gusto.

A casa come al ristorante. Ingegno e creatività.

Un menu che valorizza le materie prime per regalare alla tavola dei piatti schietti, senza troppi orpelli e grandiosi nel gusto.

Stefano Sforza: «La cucina è rigore, studio e fantasia»

Al concreto e all’essenziale. È a questo che punta in cucina Stefano Sforza, lo chef dell’elegante ristorante Opera aperto da pochi mesi nel cuore di Torino tra ingegno e creatività. Dopo le esperienze che lo hanno formato, da Pier Bussetti a Ducasse.

Ostrica in brodo e riso al rapanello. L’Opera è avviata.

Lo spazio con i suoi mattoni a vista e la sobria eleganza è di grande fascino, non so se fosse un tempo annesso all’adiacente convento di Sant’Antonio da Padova, a metà dell’omonima corta via…

Le Guide de l’Espresso – edizione 2020

Un locale raffinato, con spazi ampi, mattoni a vista, legno. Una sala nascosta e bella. Ma le ambizioni non sono solo negli arredi, piuttosto nella cucina di un (abbastanza) giovane cuoco che conosce tecnica e mestiere…

Opera di ingegno. Opera di (S)forza

Sono i paradigmi del nuovo progetto di Stefano Sforza: il ristorante Opera in centro, a Torino. Lo abbiamo visitato…

Torino – Milano. Indirizzi utili

Opera. Tra i mattoni a vista dell’ex foresteria del Santuario, l’ingegno e la creatività del giovane chef Stefano Sforza. Due menu degustazione e una carta ricercata che mescola mare e terra.

A cena per la ricerca: gli chef piemontesi cucinano per Candiolo

Uno stile di vita sano passa anche attraverso un’alimentazione corretta, e la buona cucina ne è portavoce. Sarà per questo che ci sembra particolarmente riuscita la partnership tra Gambero Rosso Academy e la Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro di Candiolo

Mangiare vegetariano nei locali non-vegetariani di Torino: tre motivi per farlo

Negli ultimi anni l’alimentazione vegetariana ha riscosso sempre maggior successo. Se i motivi etici e salutistici per seguirla erano già presenti decine di anni fa, a questi si sono aggiunti quelli ambientali, poiché l’industria dell’allevamento è uno dei principali responsabili della produzione di gas serra – e quindi di riscaldamento climatico – a livello globale.

A cena per la ricerca: ci vediamo da Opera

Il ristorante Opera al fianco di un’importante iniziativa del Gambero Rosso con la fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro. Appuntamento al 17 settembre, in Via Sant’Antonio da Padova, a partire dalla ore 20:00.

A cena per la ricerca. Ristorante Opera – ingegno e creatività

Gambero Rosso Academy e la Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro di Candiolo con l’azienda BelColle, propongono una nuova campagna di sensibilizzazione per la cura e la prevenzione, che si declina a tavola tra settembre e dicembre in 4 cene di beneficenza a Torino

Opera Ingegno e Creatività, Torino

Stefano Sforza è uno chef giovane solo all’anagrafe. Perché in quanto a estro, capacità, creatività non ha niente da invidiare a personaggi ben più navigati. Più di tutto, il risultato finale dei piatti estrosi e colorati è un perfetto equilibrio tra tecnica, filosofia e gusto.

Opera: ingegno e creatività in tavola

Un locale di 200 mq su due piani, soffitti alti con ampie volte a botte, una cucina a vista, una trentina di posti al piano superiore e un tavolo reale da 10 coperti in quello inferiore.

Stefano Sforza: se lo spaghetto incrocia menta e anguilla

Nel primo piatto dello chef del ristorante Opera di Torino, la grassezza del pesce incontra il profumo tonico dell’erba. Questo piatto, specifica Stefano Sforza, al timone da poco di Opera Ingegno e creatività a Torino, «nasce dall’idea di abbinare un pesce grasso come l’anguilla a un’erba molto profumata come la menta.

A torino si può assistere all’opera, senza andare a teatro

Il traguardo che si pongono tutte le persone con la toque – prima o poi – è quello di avviare un proprio progetto. Sebbene siano molti gli ostacoli che si presentano sulla via, dai costi per affrontarlo agli inconvenienti burocratici e architettonici in caso di subentro, altrettanti sono i guizzi di fortuna in cui ci si può imbattere.

Opera, la creatività tra cuore e mani

Tra le novità della stagione gastronomica torinese primavera/estate, una delle più interessanti è stata senza dubbio Opera.

Opera a Torino: menu e prezzi del nuovo ristorante di Stefano Sforza

Il nuovo ristorante di chef Stefano Sforza: Opera a Torino. Il menu, i prezzi, il percorso degustazione, i piatti che abbiamo provato.

Opera: lo chef Stefano Sforza

Ha aperto pochi mesi fa a Torino, il Ristorante Opera, Ingegno e Creatività. Siamo in Via Sant’Antonio da Padova, al civico 3, proprio accanto all’omonimo Santuario che dà il nome alla via, nei locali che in passato furono utilizzati come foresteria del Santuario.

Where to eat as a fine food lover in Turin

Turin, the destination of a short trip to the nerarby northern Italy, undertaken with my husband a short time ago, surprised me extremely positively

Opera, la creatività tra cuore e mani

Tra le novità della stagione gastronomica torinese primavera/estate, una delle più interessanti è stata senza dubbio Opera.

 

Animella, gambero, liquirizia, mandorla

Creativo, ispirato, artigiano. Lo chef Stefano Sforza, dopo aver collezionato esperienze in alcune delle cucine più importanti d’Italia (Bellevue di Cogne, Del Cambio di Torino, Trussardi alla Scala di Milano), sposa il progetto della famiglia Cometto e approda a Opera.

 

Pic of the day – foto del giorno
Trota, zuppetta di germogli di pisello, cetriolo

Passato per le cucine di Pier Bussetti, Alain Ducasse e Luigi Taglienti, da qualche mese è nelle cucine del ristorante Opera.

 

Opera a Torino, la nuova dimensione di Stefano Sforza con 300 mq di ristorante

Sviluppato su due piani per un totale di 300 mq, con soffitti alti, volte a botte, mattoni e cucina a vista, Opera sorprende per la sua maestosità che si intreccia all’eleganza e alla classicità.

 

Pic of the day – foto del giorno
Verdura di stagione a mollo in estratto di piselli

Passato per le cucine di Pier Bussetti, Alain Ducasse e Luigi Taglienti, da qualche mese è nelle cucine del ristorante Opera.

 

Pic of the day – foto del giorno
Asparago, crema d’uovo, pompelmo, croccante di pane.

Passato per le cucine di Pier Bussetti, Alain Ducasse e Luigi Taglienti, da qualche mese è nelle cucine del ristorante Opera.

La felice cucina d’Opera del giovane Sforza

E’ passato circa un mese da quando Stefano Sforza, già cuoco del ristorante Les Petites Madeleines del Turin Palace Hotel, ha iniziato un’avventura gastronomica per conto proprio.

Tutti all’Opera!

Se il buon giorno si vede dal mattino, l’ouverture di quest’Opera è di quelle che lasciano presagire molteplici rappresentazioni che lasceranno il segno. Una via cortissima, il grattacielo Intesa Sanpaolo incombe, siamo nei locali dell’ex foresteria della confinante chieda dei frati di Sant’Antonio.

Chef emergenti, quali sono i preferiti dai clienti gourmet?

Abbiamo chiesto a 12 clienti illustri, frequentatori seriali di grandi tavole, di indicare ciascuno un cuoco emergente: ecco la prima parte con i nomi, più o meno famosi.

Opera

Il nuovo ristorante Opera, Ingegno e Creatività, condotto dallo Chef Stefano Sforza, ha sede a Torino, a poca distanza dalla nuova stazione ferroviaria di Porta Susa e ben servito dalla Metropolitana.
La cucina è visibile dall’esterno.

La felice cucina d’Opera del giovane Sforza

È passato circa un mese da quando Stefano Sforza, già cuoco del ristorante Les Petites Madeleines del Turin Palace Hotel, ha iniziato un’avventura gastronomica per conto proprio.

Dove mangiare a Torino nei giorni del Salone del Libro 2019: la mappa dei ristoranti

Indirizzi easy per un pasto informale o grandi ristoranti per concedersi un’esperienza indimenticabile, nuovi format e scoperte tutte da gustare. Dove mangiare a torino al salone del libro 2019.

Ristorante Opera, Stefano Sforza è già in vetta!

Vi avevo promesso la recensione di Opera, una delle aperture più attese ed importanti di inizio 2019. Ci sono stato a pranzo il 25 aprile 2019 e devo dire in piena sincerità e libertà che non ha deluso le mie aspettative, anzi, le ha confermate in pieno, dai tempi della mia prima esperienza con la cucina dello Chef Stefano Sforza, quando si trovava al Turin Palace.

Torino, 11 nuove aperture da provare assolutamente

Opera aprirà ad aprile il nuovo ristorante di Stefano Sforza, giovane chef molto quotato in città, per anni alla guida de «Les Petites Madeleines», ristorante del Turin Palace Hotel.

Tutte le tendenze del gusto: dal mercato all’hotel con lo show cooking

È ormai opinione diffusa che il settore ristorativo, in città, stia vivendo un momento di grande rinascita.

Scabin sbarca a Roma. Nuove sfide per Iacobucci, Rambaldi e Sforza

Arriva la primavera e a Milano, Roma e Torino inaugurano nuove realtà. E mentre nelle metropoli si parla di nuove aperture, lungo lo Stivale sono molti gli chef che cambiano cucina.

New opening by Stefano Sforza

Opera è il nuovo ristorante che apre a Torino nel mese di aprile, in via Sant’Antonio da Padova: ampie arcate, alti soffitti a volta, mattoni a vista, camini. La struttura del RISTORANTE OPERA risale alla fine dell’800, un luogo di accoglienza e convivialità forse già dalle origini.

Nuove aperture di marzo-aprile: la ristorazione non si ferma

A marzo si lavora in cantiere, ad aprile inizieranno a raccogliersi i primi frutti delle nuove aperture.

Ma il toto-mercato degli Chef non si ferma mai.

Apre a Torino Opera: il nuovo ristorante vedrà in cucina lo chef Stefano Sforza che lascia il Turin Palace

Il locale sorgerà in via Sant’Antonio da Padova e verrà inaugurato agli inizi di aprile. In cucina ci sarà lo chef Stefano Sforza, che lascerà il ruolo di Executive Chef de Les Petites Madeleines del Turin Palace Hotel, per intraprendere questo nuovo ambizioso progetto ristorativo.

Turin Palace Hotel: chef Stefano Sforza lascia e apre Opera

Il Ristorante Opera si trova all’interno di una struttura bellissima caratterizzata da alti soffitti a botte, muri in pietra, una nuova e splendida cucina a vista e 300 mq complessivi di locale su due piani.

Chef Sforza lascia il Turin Palace per darsi all’Opera

È concreto Stefano Sforza, uno chef di poche parole ma sempre equilibrate. Un ragazzo che in cucina sa essere diretto e innovativo, senza rinnegare mai la tradizione piemontese in cui si è formato.

EnglishItalian